Agenda 2030: una breve introduzione

L’assemblea generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite ha adottato un documento risultante dal vertice perl’adozione dell’agenda dello sviluppo 2015 (lo potete scaricare qui): si sintitola “Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile”. Da tale risoluzione, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha prodotto la Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, a sua volta declinata ed elaborata a livello regionale.

Nel 2019 si è costituito a Genova un tavolo di lavoro allo scopo di promuovere e diffondere gli obiettivi dell’Agenda ONU, “Liguria 2030: Insieme verso i Global Goal“. Il Comune di Savona ha aderito al protocollo d’intesa e fa parte del tavolo multi-stakeholder e io sono stata incaricata dal Sindaco di seguire e partecipare al tavolo di lavoro che opera in stretto raccordo con gli obiettivi e le azioni di ASvis. Per questo motivo seguo e partecipo anche al progetto regionale “Agenda 2030 e Strategia Regionale di Sviluppo Sostenibile” che in provincia di Savona è seguito dal CEA Riviera del Beigua.

In cosa consiste l’Agenda 2030? Si tratta dei 17 obiettivi visibili nell’immagine da perseguire per raggiungere uno “sviluppo del pianeta rispettoso delle persone e dell’ambiente, incentrato sulla pace e sulla collaborazione, capace di di rilanciare anche a livello nazionale lo sviluppo sostenibile, nell’ambito di quattro principi guida: integrazione, universalità, inclusione e trasformazione” (vedi: www.minambiente.it).

La strategia nazionale ha articolato i 17 SDGs (Sustainable Developments Goals) in cinque aree: Persone, Pianeta, Prosperità, Pace e Partnership. È evidente, dal documento strategico nazionale, che il nuovo modello di riferimento sia stato individuato nell’economia circolare per la sua resilienza ai cambiamenti climatici. Ed è altrettanto evidente, purtroppo, che manchi una adeguata informazione a tutti i soggetti che sono parte attiva dello sviluppo del Paese.

Siamo appena entrati in quello che è stato definito il “decennio dell’azione” ed è più che mai il momento di diffondere e verificare che ogni nostro progetto sia realizzato nel rispetto dell’Agenda 2030, ovvero nel rispetto di noi stessi, del nostro pianeta e di quelli che verranno dopo di noi,

2 pensieri riguardo “Agenda 2030: una breve introduzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: