Donne e politica

Il primo Paese a concedere il voto alle donne è stato la Nuova Zelanda nel 1893, non è un caso forse che sia governato da una delle 10, Jacinda Ardern, che sono attualmente a capo di un governo su 193 paesi (0,05%). L’italia ci è arrivata 52 anni dopo: proprio quest’anno si sono celebrati i 75 anni da quel momento e, anche se sembra una vita, i progressi verso la parità di genere sono stati e sono tuttora molto lenti, non solo in politica. In questo campo specifico gli elettori, in genere, votano per un uomo anche se non gli piace, purché lo ritengano competente, mentre una donna, per essere votata, deve superare non solo l’esame della competenza ma anche quello del consenso più popolare.

Il sole 24 ore, nel dicembre 2019, ha pubblicato un articolo molto interessante sulla partecipazione femminile nella politica globale e i numeri, purtroppo, non sorprendono. L’Unione parlamentare internazionale ha infatti riportato che solo il 24% dei parlamentari di tutto il mondo sono donne, praticamente uno su quattro, dato che comunque è raddoppiato rispetto a vent’anni fa.

Le analisi dell’ASviS condotte sul rapporto Istat, relative al gol 5 dell’Agenda 2030, riportano segnali positivi sulla partecipazione femminile nei luoghi decisionali economici e politici ma la presenza resta bassa. Le quota rosa forse non sono la soluzione al problema perché ancora una volta non si è dato peso alle competenze: la meritocrazia resta un miraggio.

Non sono stata in grado di fare una ricerca più approfondita (ricordo che questo sito è creato e gestito da me personalmente) ma almeno un dato sono riuscita facilmente a recuperarlo sulla provincia di Savona. Intanto il capoluogo ha avuto, nel 2016, la prima donna Sindaco nella storia della città ma Ilaria Caprioglio è solo una delle 12 donne che rivestono questo ruolo nei 69 comuni: circa il 17%.

Quali sono i motivi di questi numeri? Fattori culturali? Disattenzione dell’agenda politica? Disinteresse generale? Altro? Ditemelo voi. Certo è che la questione della parità di genere in tutti campi è un risultato che non vedrò nella mia vita, perché secondo il Global Gender Gap Report 2020 arriverà tra un secolo, mentre per la parità a livello di accesso alla partecipazione economica ci vorranno addirittura 257 anni (quindi non la vedrà nemmeno mio figlio).

2 pensieri riguardo “Donne e politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: