Il Patto per la lettura

L’anno scorso, proprio in questi giorni insieme al direttore della Biblioteca Civica Barrili concludevamo la compilazione della domanda per partecipare al bando di “Città che Legge”, promosso da Centro per il Libro e la Lettura (Cepell) del Ministero per i beni e le Attività Culturali per il periodo 2020/21. Dopo pochi mesi, il 3 luglio 2020, il Mibact pubblicava gli elenchi delle domande accolte, e con grande gioia e orgoglio leggevamo che la Città di Savona rientrava tra queste. Purtroppo per l’anno 2020, a causa del Covid-19, non è stato possibile attivare iniziative dedicate alla promozione della lettura tuttavia abbiamo ritenuto opportuno completare tutti i passaggi con l’adozione del Patto per la lettura.

La bozza del Patto è già stata mandata in visione con proposta di adesione al mondo scolastico savonese (Ufficio Scolastico – Ambito Territoriale di Savona, dirigenza istituti comprensivi, dirigenza istituti superiori, scuole paritarie o comunque riconosciute dal Ministero), alle sette librerie presenti in città, al mondo dell’associazionismo. Il Dirigente dell’Ufficio Scolastico, tre Istituti Comprensivi, due istituti superiori e quattro librerie savonesi hanno dato già la disponibilità all’adesione.

Tra gli interessati figura l’Istituto Comprensivo Savona 2 che di recente è stato insignito del premio nazionale “Maggio dei libri” per il loro bellissimo progetto “Scuola di carta” che ha sbaragliato la concorrenza di altri 18.000 progetti, e ai quali ho avuto l’onore di consegnare una pergamena come riconoscimento simbolico per il risultato ottenuto. Nella foto a inizio articolo, infatti, si vede la cartolina con il loro programma e il portafortuna che mi hanno donato (rigorosamente fatto a mano!) per l’occasione.

Essere “Città che legge” non solo non comporta spese per l’Amministrazione, ma anzi permette di accedere a bandi Ministeriali esclusivi per lo sviluppo di attività di promozione alla lettura e acquisto di libri. Il Patto per la lettura costituisce uno strumento per facilitare il riconoscimento e il radicamento della lettura come abitudine individuale e sociale diffusa, e servirà a far conoscere il ricchissimo patrimonio della Biblioteca civica, di oltre 165.000 libri, di cui 17.000 nella sezione Ragazzi.

Da figlia di bibliotecaria (e per il mio lavoro) non posso che concludere invitandovi a essere orgogliosi e fieri abitanti di una Città che legge e dimostrarlo acquistando e leggendo un libro: per voi, per leggerlo ai più piccoli o per regalarlo agli amici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: